RomaBombay

RomaBombay

RomaBombay è una nuova città: non è né Roma né Bombay. Non è Istanbul né Londra, né Milano né Damasco, non è New York né Pechino. E’ l’incontro di tutte queste città insieme, di un’infinità di culture, di sentimenti, passioni, di scontri e incontri di civiltà, da accogliere non con paura ma come una nuova infinita possibilità – racconta Giulia Ananìa – E’ un ritratto feroce e dolce che parte da Roma e dalla crisi dell’Italia di oggi sfiorando la politica da lontano, dal momento che sembra quasi non avere più alcuna importanza nella vita dei singoli.”

Dopo l’esperienza di Sanremo 2012 – Giulia Ananìa torna a registrare un suo album e a presentare la sua visione di fare musica pop con il desiderio di raccontare. L’ album RomaBombay in uscita a Marzo 2017 per l’ etichetta Bassa Fedeltà, rappresenta appieno l’evoluzione creativa dell’artista che torna protagonista delle sue canzoni dando voce in prima persona alla sua personale visione di musica che coniuga pop e amore del racconto contemporaneo. L’ Album è stato scritto e prodotto tra Dublino, Berlino, Milano e Roma insieme ai due produttori Marta Venturini e Matteo Cantaluppi.

Nella foto “Nannarella” un’opera realizzata in omaggio ad Anna Magnani sulla scalinata del Mercato Trionfale di ‎ Roma. Diavù, realizzerà un’altra opera esclusivamente per il progetto RomaBombay.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

2 × uno =